La vera storia di Lot

ALLIEVA – Cosa significa ‘sodomizzare’?
MAESTRO – Vuoi proprio saperlo? Non ti conviene.
ALLIEVA – Come no? Su Facebook c’è il gruppo “SODOMIZZIAMO Berlusconi, NON uccidiamo!”1. Che vuol dire?
MAESTRO – Che sarebbe una buona giustizia: occhio per occhio, dente per dente.
ALLIEVA – E quindi…?
MAESTRO – Signorina, significa “metterlo nel didietro“.
ALLIEVA – …ah.
MAESTRO – Ti avevo avvertita.
ALLIEVA – Già.
MAESTRO – Sai perché si dice così?
ALLIEVA – No.
MAESTRO – Mai sentito parlare di Sodoma e Gomorra?
ALLIEVA – Di Gomorra sì, di Sodoma no.
MAESTRO – No, questa è un’altra storia. Una graziosa favoletta biblica.
ALLIEVA – Davvero?
MAESTRO – Sì. Ma cosa vi legge, anzi cosa vi tace la professoressa di religione in classe?
ALLIEVA – Solo quel che decide lei.
MAESTRO – Bene, cioè male. Ma anche questa sta nella Bibbia, e dunque ci tocca leggerla.
ALLIEVA – Cheppalle!
MAESTRO – E invece è molto istruttiva. È la storia di Lot, un uomo giusto che abitava nella città di Sodoma. Una città i cui abitanti avevano un certo vizietto
ALLIEVA – Eheh…
MAESTRO – Fatto sta che una sera a Sodoma giungono due persone (due ‘angeli’, dicono). Lot li ospita a casa sua, ma durante la notte i suoi concittadini – i sodomiti – vanno a bussare alla sua porta: «si affollarono intorno alla casa, giovani e vecchi, tutto il popolo al completo. Chiamarono Lot e gli dissero: “Dove sono quegli uomini che sono entrati da te questa notte? Falli uscire da noi, perché possiamo abusarne!”».
ALLIEVA – Zu!
MAESTRO – Ma non è finita. Sta’ a sentire cosa fa il nostro eroe. «Lot uscì verso di loro sulla porta e, dopo aver chiuso il battente dietro di sé, disse: “No, fratelli miei, non fate del male! Sentite, io ho due figlie che non hanno ancora conosciuto uomo; lasciate che ve le porti fuori e fate loro quel che vi piace, purché non facciate nulla a questi uomini, perché sono entrati all’ombra del mio tetto”»2.
ALLIEVA – Ma che merda! Ma è proprio un porco!
MAESTRO – E ancora sconosci l’epilogo! Compito per casa: scopri cosa fece Lot quella notte alle sue figlie…

Lot e le sue figlie


Note:
  1. O almeno c’era.
  2. Genesi 19, 4-8.
Questa voce è stata pubblicata in www.davidetomasello.it e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.