Archivi del mese: aprile 2009

Arretrati progressisti

Se Spinoza può permettersi gli arretrati, perché non io? Ecco: prima del terremoto c’è stato quel G8, o G20 o che cacchio altro fosse. Una roba mostruosa, come a dire: noi siamo la dozzina di grandi che contiamo e decidiamo, … Continua a leggere

Pubblicato in www.davidetomasello.it | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 10 commenti

Vorrei come lui scrivere

Come lui, vorrei scrivere. Vorrei scrivere come lui. È quel che giunge a pensare qualsiasi lettore di Proust. Perché il lettore di Proust non è un semplice lettore. È il Lettore dell’Opera – per usare majuscole così pomposamente filosofiche1. È … Continua a leggere

Pubblicato in www.davidetomasello.it | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , | 7 commenti

La mente temporale

Il tempo pulsa nell’orologio come puzza nel corpo. Hai una mente più temporanea che il corpo. Il primo risultato della tecnica – che fu essenzialmente meccanica fino a non troppo tempo fa – è stato l’ampliamento dello spazio. Scorgiamo ubiqua … Continua a leggere

Pubblicato in www.davidetomasello.it | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 15 commenti

Approdai a Combray

A lungo mi sono coricato di malora. Presto però appariva Proust, inquietante nella sua mole quanto rassicurante nella sua sapienza. No, non ho finito di leggere la Recherche: soltanto la prima parte del primo libro1, e già mi sento tracotante … Continua a leggere

Pubblicato in www.davidetomasello.it | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | 22 commenti